Torino di Sangro: il paese della "bella vita" nella Costa dei Trabocchi
Menu

Torino di Sangro: il paese della "bella vita" nella Costa dei Trabocchi

Arriviamo nella piazza principale del paese di Torino di Sangro in una calda mattina di luglio, mentre paesani misti ad alcuni turisti si incrociano davanti il palazzo comunale. Ci riceve Silvana, che si dimostra molto felice della nostra visita. Giusto il tempo per pianificare l’itinerario e si parte. Di fronte l’uscio della prima chiesa incontriamo Don Pietro, un sacerdote giovane e simpatico, un tipo smart come diremmo oggi. “Ci vediamo più tardi”, ci dice, “Devo fare la revisione all’auto”. Da qui iniziamo a capire che a Torino di Sangro regna la spensieratezza, l’allegria e la vita bella. Silvana ci racconta che Torino di Sangro anticamente contava 18 chiese, ora ne sono rimaste solo quattro (tre in paese e una alla Marina). La prima che visitiamo è quella di San Salvatore costruita nel 1302, antico possedimento della Badia di Santo Stefano e di Arabona, pregiata all’interno in stile romanico barocco. Proseguiamo per un vicolo dietro la chiesa e conosciamo il signor Antonio con cui scambiamo qualche parola.

AntonioE’ un signore timido, sulla sessantina, riservato che, però, all’ombra di un arco in pietra e con alle spalle dei bellissimi fiori, inizia a raccontare. “Sono nato a San Vito e poi la vita mi ha portato qui”, ci confida. Sarà stato per lavoro? O per amore? Poi ci racconta delle tradizioni del suo paese: a luglio, la rievocazione della trebbiatura. A maggio, la Festa della Madonna di Loreto che si svolge l'ultima domenica del mese ed i 2 giorni successivi. “La statua della Madonna viene posta in sagrestia dove viene ricoperta di vestiti dorati e di monili d'oro e poi sull’altare e la gente accorsa incomincia i canti per la novena. Segue la processione che termina con una gettata di petali di rosa”. A dicembre, la “Mattinata del Viso Adorno” che si svolge la sera del 9 e prosegue fino alla mattinata successiva. Ed è riconducibile sempre al culto della Madonna di Loreto in cui “la popolazione si raccoglie sulle strade fino alla costa ripercorrendo gli antichi tratturi con delle fiaccolate suggestive intonando canti tradizionali fedeli alla Madonna”.

Salutiamo il signor Antonio e proseguiamo la nostra passeggiata nel vicolo fino a quando questo non si apre in uno spiazzo dal quale si ha una splendida vista sui campi coltivati delle colline abruzzesi e in lontananza i monti della Majella. Nello spiazzo, un monumento in ricordo di Alfonso Priori, tenente medico, caduto per la Patria nel 1912 e, dietro questo, un cannone originale utilizzato nella battaglia del Sangro durante la seconda guerra mondiale.

Proseguiamo fino ad arrivare dinanzi ad una casa dove notiamo un certo fermento. Silvana,Mr. Ciampoli inaspettatamente, chiama: “Mister Ciampoli, mister Ciampoli”. Sull’uscio si presenta un signore in canotta bianca, alto e snello, coi capelli corti e bianchi. “Oh Mayor! (Oh Sindaco!)” dice. “Ci sono i giornalisti che ti vogliono intervistare”, dice Silvana e lui: “Vado a mettermi qualcosa addosso, voi entrate” e chiede di preparare un caffè. Italo Rocco Ciampoli è un signore d’altri tempi, fin da subito si nota che è una persona che ha vissuto una vita piena, full of life. Arruolato giovanissimo nei Carabinieri, suonava nella banda dell’Arma. Conobbe a Roma una ragazza americana e, dopo poco, si trasferì a New York dove si sposò e visse tutta la vita. “Tutti gli anni, però”, ci dice, “torno a Torino di Sangro, perché amo questo posto, il luogo dove sono nato” e quando ripercorre le fasi della sua vita che lo hanno visto in terra americana fare il barbiere e poi tornare a studiare per diventare professore a scuola, la sua voce inizia a tremare per l’emozione e i suoi occhi si riempiono di teneri ricordi. [presto il video]

Erich Gargerle (autoritratto)Grande amico di mister Ciampoli e ospite d’onore del paese, è l’artista tedesco Erich Gargerle, che visitò Torino di Sangro 37 anni fa e se ne innamorò, tornando qui ogni anno. Non siamo riusciti ad incontrarlo personalmente durante la nostra visita, sperando di poterlo fare nella prossima. Altri personaggi danno lustro al paese. Non possiamo non ricordare il maestro Donato Renzetti, direttore d'orchestra, nato qui nel 1950 o il maestro Maurizio Fabrizio, di origine di Torino di Sangro, compositore e cantante italiano che ha scritto canzoni per artisti come Mia Martini, Patty Pravo, Mina, Ornella Vanoni, Mietta, Al Bano, Riccardo Fogli, Eros Ramazzotti, Antonello Venditti, Renato Zero, Angelo Branduardi e tanti altri.

Prima di lasciare casa Ciampoli e dopo aver bevuto un cordialissimo caffè, incontriamo una signora finlandese che da tre anni viene in vacanza qui e le chiediamo perchè ha scelto proprio questo posto. Lei vuole risponderci in italiano: “Per il cibo, per gli amici, per la tranquillità, per il mare… e per il sole… devi sapere che adesso in Finlandia fa molto freddo e preferisco stare qui”. Salutiamo l’allegra compagnia e ci dirigiamo verso la chiesa della Interno della Chiesa della Madonna di LoretoMadonna di Loreto. Di fronte l’ingresso della Chiesa, una bella fontana e poco più in là un piccolo bar con tante gente seduta all’ombra, a bere qualcosa. La Chiesa della Madonna di Loreto è molto antica, costruita nel XIV secolo era più piccola della chiesa odierna, attualmente è a 3 navate con dei bellissimi affreschi. Proseguiamo verso la Chiesa di San Felice (qualche decina di metri al di fuori del centro abitato), di fronte l’ingresso, un bellissimo belvedere sulle colline e sulla Majella. Si accosta un’auto. E’ don Pietro che ci ha portato delle notizie storiche sulle chiese. “Ci vediamo dopo”, ci dice.

Chiesa di San FeliceLa chiesa comprende anche un convento. L’intera struttura originale risale al 1878, e solo alla metà del secolo scorso sono state apportate delle aggiunte come la casa del custode, il porticato, il terrazzo, il lavatoio. L'interno è a navata unica con volta a botte e lunette. All’interno, Silvana ci fa notare due dipinti del maestro Erich Gargerle, in uno dei quali c’è un suo autoritratto. Silvana ci comunica che presto il complesso monumentale diventerà una struttura ad uso ricettivo. Infatti saranno disponibili a breve 12 signor Nicolastanze, una cucina e una sala convegni per gli usi più diversi. Fuori dalla chiesa incontriamo il signor Nicola, un paesano che da anni vive a Milano. “Appena posso torno qui, da quando sono in pensione torno più spesso a Torino di Sangro perché c’è l’aria buona, la possibilità di fare sport come la pesca, la bicicletta, si mangia bene e si gioca a carte in tranquillità”. Gli chiediamo di rilasciarci un’intervista e lui, come fosse un uomo di spettacolo, ci regala il suo tempo [presto il video].

I dolci de La PerlaTornando in paese, cominciamo ad avvertire un certo languorino, così Silvana ci accompagna a visitare due pasticcerie. La prima è La Perla che prepara dolci per tutte le occasioni e dolci tipici della tradizione come tarallucci, bocconotti, sfogliatelle, il gelato artigianale e confetti. Poi proseguiamo verso la Pasticceria e pasta fresca Ferrante, con 46 anni di attività, dove ci accolgono i proprietari Angelo, sua moglie e loro figlio Gianluca. Ci invitano a visitare il laboratorio dolciario ed è come fare un passo nella tradizione e nella storia di questo paese. Si avverte la passione che hanno nel loro lavoro, la dedizione. Chiediamo alla La famiglia Ferrantesignora Antonietta cosa è necessario per fare il suo lavoro e lei ci risponde in dialetto: “La pazienza”. Domandiamo a Gianluca, tutto intento a guarnire i suoi dolci, perchè la scelta di continuare l’attività di famiglia. Lui ci risponde sicuro e breve: “Per portare avanti la tradizione e perché mi piace farlo”. Assaggiamo (non tanto per dovere di cronaca, ma per il piacere del palato) alcuni dolci di mandorle, mentre la signora Antonietta apre il forno per controllare la cottura di alcune torte. Scambiamo ancora qualche chiacchiera e poi li salutiamo e auguriamo loro buon lavoro.

Dal paese ci spostiamo e, in non più di 10 minuti in auto, siamo già sulla famosa Costa dei Trabocchi. Silvana ci racconta che Torino di Sangro offre diversi tipi di spiagge: dal Lido le Morge con sabbie bianche e fini, alla spiaggia naturista (di recente istituita). Raggiungiamo la località Borgata Marina, un lungomare tranquillo con bar e case vacanza. Lungo la strada notiamo un gruppo di signori seduti ai tavoli che discutono e bevono qualche bicchiere di birra. “Sono gli amici del mare!” ci dice Silvana, “Li dovete conoscere!”. Ci fermiamo e subito ci fanno trovare delle sedie libere per sederci. In qualche secondo, ci sentiamo a nostro agio, come in famiglia. Ci chiedono di quale televisione siamo, da dove veniamo. “Gli amici del mare”, oltre ad essere un gruppo di amici che si ritrovano per stare bene, sono anche un piccolo presidio per i turisti che chiedono informazioni o che hanno qualche necessità. Restiamo piacevolmente colpiti dal loro spirito di amicizia, rispetto, fiducia reciproca e tranquillità. Oltre ad “amici” del paese, ce ne sono altri dalla Toscana, dal Trentino, da Milano, che hanno deciso di trasferirsi, temporaneamente o per sempre, qui a Borgata Marina. Per loro il motivo è unico: “Qui si vive bene”.

Gli Amici del mare

Li salutiamo dopo aver brindato con loro con un buon prosecco e ci rimettiamo in cammino per la prossima visita. In auto, Silvana ci racconta del progetto del Cammino della Memoria (qui puoi vedere un video racconto), una pedalata di 280 chilometri che unisce le sponde dell’Adriatico a quelle del Tirreno, percorrendo la strategica Linea Gustav. Il cammino della memoria si snoda attraverso i luoghi simbolo della Seconda Guerra Mondiale ed è nato da un’idea dei ragazzi dell’associazione Winter con il patrocinio dell’amministrazione comunale. “Sarebbe auspicabile”, ci dice Silvana, “sviluppare un ‘turismo dei veterani’ rivolto ai figli e ai familiari che vogliono conoscere i luoghi di questi combattimenti”.

Trabocco Punta Le MorgeArriviamo al Trabocco Comunale Punta Le Morge, non prima di aver visto l’ingresso alla nuova spiaggia naturista. Il trabocco è bellissimo e poggia su grandi scogli lisci, levigati dal vento e del mare, ed è utilizzato per fini turistici e didattici, per “conservare la cultura marinara propria della Costa dei Trabocchi”. E’ gestito da un’associazione che dà la possibilità di seguire dei corsi che insegnano come pescare sul trabocco. Questa location è anche utilizzata per appuntamenti a tema come presentazioni di libri e convegni.

Prima di rientrare in paese, raggiungiamo la "Lecceta Litoranea" che ospita delle varietà di flora e fauna protette. Questa riserva naturale si estende per 180 ettari dall'ultimo tratto del fiume Sangro, in prossimità della foce, alla costa adriatica. Tante le attività che si possono fare in lecceta sia per educazione ambientale che visite guidate a piedi e in bikes. Sulla via del ritorno, ci fermiamo a far visita all’Oasi Naturalistica che, immersa nel verde e nel silenzio, permette di seguire dei percorsi di preghiera, oltre a un piccolo anfiteatro e una struttura coperta con diversi posti a sedere ideale per convegni, corsi e meeting.

Oasi di preghieraTorniamo nella piazza principale del paese. Purtroppo è giunto il momento salutarci, lasciando Silvana al suo lavoro. Ci rimettiamo in auto e ripensiamo alle ricchezze di questo paese, al suo enorme potenziale, al fermento artistico e culturale, al suo vivere “a misura d’uomo”. Torneremo presto a fare visita a Torino di Sangro, per stare bene ancora un po’, per ritrovare noi stessi tra i vicoli silenziosi e nella sana e spensierata accoglienza delle persone. Grazie Torino di Sangro perché hai davvero tanto da dare a chi ti visita.


Personaggi inconsapevoli di questo viaggio:

Silvana Priori - Sindaco di Torino di Sangro

Don Pietro di Crescenzo - Parroco del paese 

Antonio Ciannameo - memoria storica

Italo Rocco Ciampoli e sua moglie - emigranti a New York

Erich Gargerle (attraverso i racconti della gente) - artista

Nicola Mucci - paesano che vive a Milano

Lo staff della Pasticceria La Perla

Angelo Ferrante, Antonietta Sacerdote e loro figlio Gianluca - Pasticceria e pasta fresca Ferrante

I mitici “Amici del mare”

Il personale della “Lecceta”


Invitaci a visitare e conoscere il tuo paese, verremo volentieri. Scrivici.

Video - Torino di Sangro: Italo Rocco Ciampoli, a New York ma con il cuore nel suo paese

Italo Rocco Ciampoli, arruolato giovanissimo nei Carabinieri, suonava nella banda dell'Arma. Conobbe a Roma una ragazza americana e dopo poco si trasferì a New York dove si sposò e visse tutta la vita. "Tutti gli anni, però", ci dice, "torno a Torino di Sangro, perché amo questo posto, il luogo dove sono nato" e quando ripercorre le fasi della sua vita che lo hanno visto in terra americana fare il barbiere e poi tornare a studiare per diventare professore a scuola, la sua voce inizia a tremare per l'emozione e i suoi occhi si riempiono di teneri ricordi.
Leggi la visita a Torino di Sangro qui


Condividi questo articolo



 

    Cerca nel Vastese Ricettività Turistica

    Trova alberghi, ristoranti, bar e B&B con un click!

    Richiesta Info/Prenotazioni

    Per informazioni su servizi, strutture turistiche o informazioni particolari inviaci una richiesta!

    Iscriviti alla Newsletter

    Per rimanere sempre aggiornato su eventi e notizie iscriviti alla newsletter

    Seguici su Facebook

    Gallerie


    Custom exit in C:\xampp\htdocs\vasteggiando\tema\footer.php on line 92

    Array
    (
    )
    

    Custom exit in C:\xampp\htdocs\vasteggiando\tema\footer.php on line 93

    Array
    (
        [REDIRECT_UNIQUE_ID] => WhER-Kn@inkAALXsx7AAAADP
        [REDIRECT_MIBDIRS] => C:/xampp/php/extras/mibs
        [REDIRECT_MYSQL_HOME] => \xampp\mysql\bin
        [REDIRECT_OPENSSL_CONF] => C:/xampp/apache/bin/openssl.cnf
        [REDIRECT_PHP_PEAR_SYSCONF_DIR] => \xampp\php
        [REDIRECT_PHPRC] => \xampp\php
        [REDIRECT_TMP] => \xampp\tmp
        [REDIRECT_STATUS] => 200
        [UNIQUE_ID] => WhER-Kn@inkAALXsx7AAAADP
        [MIBDIRS] => C:/xampp/php/extras/mibs
        [MYSQL_HOME] => \xampp\mysql\bin
        [OPENSSL_CONF] => C:/xampp/apache/bin/openssl.cnf
        [PHP_PEAR_SYSCONF_DIR] => \xampp\php
        [PHPRC] => \xampp\php
        [TMP] => \xampp\tmp
        [HTTP_HOST] => www.vasteggiando.it
        [HTTP_ACCEPT_ENCODING] => x-gzip, gzip, deflate
        [HTTP_USER_AGENT] => CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)
        [HTTP_ACCEPT] => text/html,application/xhtml+xml,application/xml;q=0.9,*/*;q=0.8
        [HTTP_IF_MODIFIED_SINCE] => Wed, 20 Sep 2017 13:03:39 GMT
        [PATH] => C:\ProgramData\Oracle\Java\javapath;C:\Windows\system32;C:\Windows;C:\Windows\System32\Wbem;C:\Windows\System32\WindowsPowerShell\v1.0\;C:\Program Files (x86)\MySQL\MySQL Fabric 1.5 & MySQL Utilities 1.5\;C:\Program Files (x86)\MySQL\MySQL Fabric 1.5 & MySQL Utilities 1.5\Doctrine extensions for PHP\;C:\Program Files\Microsoft SQL Server\Client SDK\ODBC\110\Tools\Binn\;C:\Program Files (x86)\Microsoft SQL Server\120\Tools\Binn\;C:\Program Files\Microsoft SQL Server\120\Tools\Binn\;C:\Program Files\Microsoft SQL Server\120\DTS\Binn\;C:\Program Files (x86)\Microsoft SQL Server\120\Tools\Binn\ManagementStudio\;C:\Program Files (x86)\Microsoft SQL Server\120\DTS\Binn\;C:\xampp\php\;
        [SystemRoot] => C:\Windows
        [COMSPEC] => C:\Windows\system32\cmd.exe
        [PATHEXT] => .COM;.EXE;.BAT;.CMD;.VBS;.VBE;.JS;.JSE;.WSF;.WSH;.MSC
        [WINDIR] => C:\Windows
        [SERVER_SIGNATURE] => 
    Apache/2.2.21 (Win32) mod_ssl/2.2.21 OpenSSL/1.0.0e PHP/5.3.8 mod_perl/2.0.4 Perl/v5.10.1 Server at www.vasteggiando.it Port 80
    [SERVER_SOFTWARE] => Apache/2.2.21 (Win32) mod_ssl/2.2.21 OpenSSL/1.0.0e PHP/5.3.8 mod_perl/2.0.4 Perl/v5.10.1 [SERVER_NAME] => www.vasteggiando.it [SERVER_ADDR] => 212.43.96.9 [SERVER_PORT] => 80 [REMOTE_ADDR] => 54.225.36.143 [DOCUMENT_ROOT] => C:/xampp/htdocs/vasteggiando [SERVER_ADMIN] => info@studioware.eu [SCRIPT_FILENAME] => C:/xampp/htdocs/vasteggiando/index_s.php [REMOTE_PORT] => 49548 [REDIRECT_QUERY_STRING] => op=notizia&pagID=torino-di-sangro-il-paese-della-bella-vita-nella-costa-dei-trabocchi&desc=no&year=2014&month=07&day=12&nid=220&lang=it [REDIRECT_URL] => /it/2014/07/12/torino-di-sangro-il-paese-della-bella-vita-nella-costa-dei-trabocchi/220 [GATEWAY_INTERFACE] => CGI/1.1 [SERVER_PROTOCOL] => HTTP/1.0 [REQUEST_METHOD] => GET [QUERY_STRING] => op=notizia&pagID=torino-di-sangro-il-paese-della-bella-vita-nella-costa-dei-trabocchi&desc=no&year=2014&month=07&day=12&nid=220&lang=it [REQUEST_URI] => /it/2014/07/12/torino-di-sangro-il-paese-della-bella-vita-nella-costa-dei-trabocchi/220 [SCRIPT_NAME] => /index_s.php [PHP_SELF] => /index_s.php [REQUEST_TIME] => 1511068156 )

    Custom exit in C:\xampp\htdocs\vasteggiando\tema\footer.php on line 94

    	
    		
    Chiudi
    Chiudi