Anche opere di Michetti e Palizzi in mostra al Museo Barbella

“Benvenuti al Museo Barbella” è il progetto attraverso cui il museo più antico di Chieti (la sua fondazione risale al 1573) ritrova il suo spazio e incentivo il suo valore attraverso la costituzione, all’interno dello stesso, di un centro di promozione culturale e artistica, tornando ad essere un punto di riferimento per i teatini, per la provincia, per le scuole e l’Università.

Il museo si trova nel palazzo Martinetti Bianchi e può vantare opere d’arte che partono dal XIV secolo fino ad arrivare ai giorni nostri, comprese opere letterarie come ad esempio il testo originale de La figlia di Ioria di Gabriele D’Annunzio.

La sezione d’arte del tardo medioevale comprende frammenti di affreschi e opere su tavola che provengono dalle antiche chiese della città e della provincia.

La sezione d’arte moderna ospita tele del Settecento napoletano e veneto con opere dei più famosi artisti abruzzesi come F. P. Michetti, F. Palizzi, B. Cascella, C. Barbella e de Laurentiis.

La sezione contemporanea ospita le opere del Premio Michetti di PIttura, appuntamento annuale a Francavilla, come le tele di Di Fabrizio, Memmo, Marcantonio, Falconi, Mezzanotte, Ercole. Opere di grande valore artistico alle quali si sono aggiunte, grazie alla donazione del gallerista Alfredo Paglione, opere di Aligi Sassu, Giorgio de Chirico e Renato Guttuso.

Il museo è aperto dal martedì al sabato dallee 8.30 alle 14 e la prima domenica del mese. Il mertedì e il giovedì è aperto anche nel pomeriggio, dalle 15 alle 18.

RDF

Saremmo felici di leggere la tua opinione

      Lascia un commento