Museo Archeologico

Il Palazzo d’Avalos ospita il Museo Archeologico, fondato nel 1849 dall’allora sindaco D. Pietro Muzii ed è uno dei più antichi musei archeologici d’Abruzzo. E’ suddiviso in 5 stanze, ognuna riguardante un periodo differente.

Sala 1: “Vasto e il suo territorio fra età del ferro e I secolo a.C.”. In questa sezione sono esposte le opere più antiche. Le opere dell’età del bronzo e dell’età del ferro.

Sala 2: “Lo sviluppo del municipium romano di Histonium. I reperti in questa sala raffigurano dei personaggi della dinastia giulio-claudia o personaggi di Histonium. Fra le persone raffigurate vi sono Ottavia, Gaio e Lucio Cesare, nipoti di Augusto e Agrippina Minore.

Sala 3: “La grande città di età imperiale”. in questa sala vengono messi in mostra delle epigrafi. elementi architettonici di Vasto nell’età imperiale dei ritratti del I-II secolo d.C. tra cui il busto di Ulpia Marciana, il ritratto di Faustina Minore, di Dioniso e la piccola statua di Asclepios.

Sala 4: “Le necropoli della città romana”. Molti elementi di questa sala provengono dalla necropoli di Largo Barbacane di Vasto. Tra le opere esposte vi sono cippi funerari ad ara di Q. Osido Primitivo, di Aulo Florio Giusto e due sepolture femminili del II secolo d.C. Altro materiale proviene dal cimitero di Vasto e dalle località Santa Maria delle Grazie, Vasto Marina ed Incoronata.

Sala 5: “La città fra tarda antichità ed alto Medioevo. Tra le opere esposte vi sono il miliare di Punta Penna delle epigrafi testimonianti dei restauri (tra cui un restauro del Capitolium del 352-357) ed oggetti ceramici, tra cui brocche e piccole olle. Le ceramiche provengono da sepolture del V-VII secolo d.C.

Il Museo Archeologico si trova in Piazza L.V. Pudente 1

Ingresso: 3,00 €

Informazioni e Prenotazioni: 0873.367773

Per maggiori informazioni, visitare il sito: www.museipalazzodavalos.it