Pallotte cace e ove

Le pallotte cacio e uova (Pallotte cace e ove) sono il cavallo di battaglia della cucina abruzzese, come tutti i piatti poveri derivano dalla tradizione contadina e nascono per sopperire alla scarsità di carne, soprattutto durante la guerra. Infatti, con l’invasione tedesca le case contadine venivano saccheggiate ed i contadini stessi erano costretti a nascondere del formaggio, qualche pezzo di pane e delle uova sotto i mattoni. Le donne per poter sfamare i propri figli inventarono questo delizioso pasto. Dopo la guerra continuarono a cucinare questo piatto, ma per altre necessità, come le lunghe giornate in campagna dove serviva un pasto veloce e sostanzioso.

 

Costo: basso
Difficoltà: facile
Tempo: 1 ora circa

Ingredienti (per 4 persone)

Per le pallotte

  • 200gr di formaggio rigatino (o pecorino non stagionato)
  • 125gr di mollica di pane
  • 7 uova

Per la salsa

  • 500gr di pomodoro pelato
  • sale q. b.
  • 2 foglie di basilico
  • mezza cipolla tagliata a listelle
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio d’oliva Extra Vergine

In una pentola di coccio versare la polpa di pomodoro, aggiungere la cipolla, uno spicchio di aglio schiacciato, le foglie di basilico, l’olio e il sale. Lasciar cucinare per mezz’ora a fuoco lento. Intanto che il sugo cucina iniziare la preparazione delle polpette. In una terrina versare il formaggio precedentemente grattugiato della mollica di pane sbriciolata e le uova, mescolare il tutto, l’impasto dovrà avere una consistenza piuttosto molle. Riscaldare l’olio fino a temperatura, creare delle quenelle e friggerle nell’olio bollente. Lasciarle asciugare su carta assorbente o carta pane, una volta asciugate metterle nel sugo di pomodoro e farle, insaporire.

a cura di Katia Ciccotosto 

di www.cacioeuova.it 

per Vasteggiando

(riproduzione riservata)