Zà Mascia benedice gli innamorati

In piazzetta del Tomolo, nel centro storico di Vasto, sulla parete della Chiesa di Santa Maria Maggiore, su di un bassorilievo è raffigurata “Zà Mascia” (Zia Mascia o Tomassa). Secondo la tradizione popolare, tutti gli innamorati che si baciano davanti a lei, si sposano entro l’anno.

La storia dice, invece, che si tratta della raffigurazione di un guerriero di età medievale, lo storico vastese Vittorio d’Anelli invece dice si tratti di un monaco filippino. Poco accreditata la notizia che individua il bassorilievo come la raffigurazione di una donna in abiti antichi.